Licusati è una frazione di Camerota, in provincia di Salerno, situata nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano. È stato un comune italiano. L’abitato si trova in zona collina nel Cilento meridionale, a circa 4 km da Camerota, 9,5 da Marina di Camerota, 9 km da Lentiscosa, 10 da Palinuro e circa 80 da Salerno.

Sorge sulla strada provinciale 66 Innesto Statale Mingardina-Licusati-Camerota-Marina di Camerota che da Marina di Camerota porta al ricongiungimento con la Strada Regionale 562/dir, a 2 km da San Severino (frazione di Centola e vicina alla Strada Provinciale 430/c Futani-Massicelle-Poderia).

L’abitato sorge a 260 m s.l.m., ai piedi del Monte Croce del Calvario (643 m), e si estende in una vallata dove insorgono migliaia di piante di olivo (detto Pisciottano) da cui si estrae un extra vergine dai locali frantoi, che in estate diventano una meta turistica. Le sue origini storiche risalgono al decimo secolo nel medioevo quando il Cilento era un territorio di confine fra la provincia (tema) greco-bizantino della Calabria dell’impero romano di Costantinopoli al sud e il Principato longobardo di Salerno al nord.

Il territorio era di importanza strategica e rimaneva così per secoli, come si vede al tempo della Guerra dei Vespri Siciliani (1282-1302) quando il Cilento era la fronte di battaglia per l’esercito di cavalieri e fanteria fra la Calabria e il Salernitano.

Licuati è contraddistinta da un legame speciale che i suoi abitanti mantengono con il proprio territorio, il paese infatti è uno dei pochi (insieme a Lentiscosa) che nella zona ha conservato le tradizioni rurali che impegnano i proprio abitanti nella coltivazione (perlopiù ad uso familiare) dei terreni agricoli e nella raccolta e lavorazione delle olive.

Link utili itinerari natura camerota